lindsay_lohan

LE ROSSE

Abbiamo capito ormai come creare il nostro makeup anche a seconda del colore dei capelli, e oggi parliamo delle rosse! I capelli “rossi” naturali sono in percentuale minore rispetto alle tonalità di biondo o di castano, ma anche le tinte “rosse” sono rare, perché è un colore molto difficile da mantenere, scolorisce molto facilmente, soprattutto se non eseguito alla perfezione. Anche io, pochi mesi fa, prima di tornare ad essere “Mora” ho provato l’emozione di essere una “Rossa”, e devo dire che è uno dei colori che ho preferito e che mi ha dato più soddisfazioni fino ad ora. Dal rame al mogano o il ciliegia, le sfumature del rosso sono sempre molto belle, d’impatto e aggiungono un tocco di stravaganza al nostro aspetto. Le rosse naturali appaiono spesso delicate, la carnagione è molto chiara, le ciglia e le sopracciglia hanno una tonalità tra il biondo e il rosso (quindi quasi invisibili), ma possono anche essere simbolo di sensualità, forza e sicurezza. Avere i capelli rossi, mantenerli e valorizzarli è quindi impegnativo anche solo per sfoggiarli, perché il trucco deve essere equilibrato. Il trucco indicato quindi per le “rosse” naturali, che generalmente hanno la pelle chiara, è una cipria molto leggera se l’incarnato è […]

Leggi…

Megan-Fox-

LE MORE

Scegliere i colori del MakeUp è come scegliere il colore del vestito da indossare. Questa scelta è influenzata da molti fattori, tra cui l’umore la stagione ,ma in particolare modo la tonalità di capelli. Se per le bionde le tonalità da scegliere erano molto tenui e poco aggressive, nel caso delle More/Castane il gioco si fa  più duro e intrigante. Le castane possono avere molteplici variazioni di colore, dal nocciola al caramello al nero intenso, ma come per le bionde l’incarnato deve essere uniforme e armonioso. Il fondotinta dovrà assicurare buona copertura ma non a effetto “maschera”. Per contrastare una carnagione giallastra (tipica delle more) che da un aspetto stanco al vostro viso, la scelta sarà una tonalità tendente al rosato, ma senza esagerare. In alternativa tutte le tonalità neutre del beige sono adatte. Il fard (o tecnicamente Blush) non serve unicamente a ravvivare il colorito del volto, ma ha anche la funzione di evidenziare le zone giuste. Le more e le castane stanno molto bene con le tonalità del rosa, ma la migliore scelta è una nuance di sfumature tendenti al marrone. Pesca e Albicocca sono tonalità da evitare se l’incarnato è già abbastanza colorito, in quanto possono dare un […]

Leggi…

diamanti girls diamands best friend - marilyn monroe

LE BIONDE

La scelta delle tonalità di colore del make-up è influenzata soprattutto dal colore di capelli, la scelta di ombretti e rossetti sarà infatti differente per more, bionde e rosse. Non saranno differenti colori per occhi e bocca, ma ogni tonalità avrà differente scelta di fondotinta, blush e terre. Oggi darò piccoli consigli di colori per Makeup alle Bionde, naturali e non. Le tonalità di biondo sono molte, dal platino al biondo grano e al caramello. Il fondotinta deve avere copertura medio-alta, a meno che la natura non vi abbia regalato l’incarnato di un neonato, scegliere colori che tendono verso il beige neutro o un giallo tenue (stare alla larga da qualsiasi sfumatura di rosa). Per gli occhi occorrono tonalità soft: rosa, lilla non perlati sposati con toni di grigio o tendenti al marrone.Il biondo viene risaltato da marroni dorati che donano lucentezza ed evitano effetto spento, accompagnati da colori oro e champagne per i punti luce.Le donne con biondo dorato possono osare con malva scuro e tonalità di magenta sulla palpebra. Il trucco Smokey per la sera è perfetto, scegliendo tonalità di marrone o grigio anziché nero. Sfumature di rosa sulle guance donano alle bionde un incarnato super radioso, rosa chiaro per le […]

Leggi…

pinklips.jpg

GIOCHI DI OMBRE

Il sorriso è il miglior cosmetico. Niente di più vero! Spesso però  abbiamo bisogno di qualche ritocco di make-up che riesca a farci sentire belle pur mantenendo la nostra personalità. Molto semplice, basta risaltare il proprio sguardo con giochi di ombre e eye-liner, donare un pò di colorito con la terra abbronzante e infine scegliere un bel colore di rossetto per mettere in evidenza le nostre labbra. Dopo aver messo il fondotinta e fissato bene con la cipria, la prima cosa da fare per aprire lo sguardo è piegare le ciglia. Difficile operazione che ha spesso un risultato di lacrime e dolore, ma posso assicurare che se eseguita con calma e attenzione il risultato saranno ciglia molto vistose e allungate! Il secondo passo è dare profondità allo sguardo. Basta eseguire con un ombretto marrone una linea d’ombra seguendo la palpebra mobile, solo fino a metà del semicerchio, dopodiché con il pennello sfumare verso l’esterno. Con un ombretto bianco segnare i punti luce con una leggera spolverata (interno occhio e arcata del sopracciglio). Adesso è il momento del nostro amico eye-liner: tracciare una linea sottile cercando di rimanere più possibile vicina all’attaccatura delle ciglia, e terminare con la punta verso l’alto. Ma il compito dell’eye-liner […]

Leggi…

pennelli

IL PENNELLO GIUSTO

Cosa fa la differenza tra un trucco eseguito bene e uno che invece sembra opera di un esperto makeupartist? La precisione della mano che lo esegue certo, i prodotti adatti al proprio tipo di pelle e i colori giusti, ma fondamentali sono gli strumenti per realizzarlo: i PENNELLI. Esistono tantissimi tipi, con forme e setole differenti, ma ognuno ha la sua specifica funzione e utilità. Diventa quindi importante e necessario conoscerne le funzioni per poterli scegliere al meglio. Per gli occhi, ad esempio, esistono forme differenti ognuna per le diverse parti della palpebra e per stendere in modo differente gli ombretti. A seconda anche del tipo di ombretto il pennello è differente, ma nella propria pochette basta averne due a mio parere: uno piatto per stendere i cremosi o definire le zone scure, e uno per sfumare e dare i punti luce. Anche per il viso esistono varie tipologie, quelli che non devono mancare per eseguire i nostri make-up al meglio sono tre di diverso tipo e dimensione: per il fondotinta liquido, per la cipria/terra e per il phard. Per quest’ultimo ne esistono mille tipi , ma il migliore per definire lo zigomo alto è quello piatto obliquo, che segue l’andatura della guancia rilasciando la […]

Leggi…